Get a site

recensioni DIABLO 3 – fine

Insomma, quello di Diablo III è un concept pressoché perfetto, in cui nulla è stato lasciato al caso. L’IA che regola le azioni dei nemici, ad esempio, è ottima e propone comportamenti e strategie differenti per ognuna delle terribili creature proposte; la narrazione, complice alcune spettacolari sequenze narrative e costanti dialoghi e approfondimenti tematici sull’universo di gioco, è splendida e coinvolgente, e la direzione artistica è quanto di più bello un amante del brand potesse chiedere a Blizzard.

La componente ruolistica, poi, è stata approfondita in maniera ancor più completa rispetto a quella del già straordinario Diablo 2 – con una quantità di equipaggiamenti così vasta da far impallidire gran parte degli altri esponenti della categoria – e ad arricchire il tutto vi è l’immancabile sistema di crafting, di personalizzazione estetica degli equipaggiamenti e la possibilità di pagare degli artigiani per farsi forgiare equipaggiamenti in grado di rendervi inarrestabili anche di fronte alle minacce peggiori.

E se anche questo non dovesse bastare, potrete sempre ricorrere a tre diverse tipologie di seguaci, che possano sostenervi nei momenti più oscuri della vostra affascinante epopea videoludica: un templare, un ladro e un’incantatrice. La scelta del seguace sarà chiaramente libera, ma vi consiglio vivamente di scegliere con attenzione in modo da assicurarvi il sostegno di un compagno che possa sopperire alle vostre naturali mancanze – ogni classe ha chiaramente dei punti forti e dei punti deboli – anziché scegliere un “doppione”. Accostare l’incantatrice al mago, ad esempio, produrrà senz’altro ottimi risultati nelle prime ore di gioco, ma con il passare del tempo, potreste realizzare di aver bisogno di qualcuno che vi tenga lontani i nemici, anziché farvi compagnia nelle seconde linee. Ma questo, chiaramente, è solo un piccolo e personale consiglio.

Insomma, considerando anche la possibilità di trascorrere ore ed ore nella Casa d’Aste per migliorare i propri equipaggiamenti e, volendo, arrotondare con qualche entrata inaspettata – lo sapete che dal 23 sarà disponibile anche con soldi veri in stile Ebay, vero? – la vostra esperienza nel mondo di Diablo III sarà potenzialmente infinita. E questo, ovviamente, senza contare le prevedibili espansioni che Blizzard ci regalerà nel corso dei prossimi mesi/anni. In poche parole Diablo III potrebbe azzerare la vostra vita sociale in maniera ancor più marcata di quanto già non fecero i primi due capitoli della serie.

Vale dunque la pena di comprarlo? Assolutamente sì. Allo stato attuale Diablo III rappresenta quanto di più bello, completo e affascinante ci sia in ambito ruolistico su PC. E non solo. Chiunque possegga un PC in grado di farlo girare adeguatamente – e in questo senso saranno pochi, per fortuna, a non riuscirci – non dovrebbe perdersi questo prodotto per nulla al mondo… e qualora la vostra configurazione hardware non fosse all’altezza, beh… Diablo III giustificherebbe in pieno l’acquisto di un nuovo PC. E ho detto tutto.

E ora scusatemi, ma il mio mago è lì che mi aspetta. Ho un mondo da salvare!

05. April 2017 by mmogiochi
Categories: No category | Comments Off on recensioni DIABLO 3 – fine

recensioni DIABLO 3

Diablo è uno dei quei brand che più di altri hanno caratterizzato la mia adolescenza. Ricordo ancora gli interi pomeriggi trascorsi a giocare prima a Diablo e poi a Diablo 2, e le serate passate in compagnia dei miei amici a dibattere su quali fossero le classi migliori e quale fosse il modo più efficace per svilupparle… bei tempi. Tempi che non ho mai scordato e che mi hanno portato ad attendere Diablo III con un’ansia a dir poco spasmodica.

Ieri, però, l’ansia è finalmente finita, e dopo aver trascorso quasi 15 ore nel mondo di questo attesissimo terzo capitolo, eccomi qui a raccontarvi la mia storia. Una storia fatta di demoni, abominevoli creature e coraggiosi eroi… eroi come il mio giovane mago.

Come da tradizione la scelta della classe sarà la prima cosa che vi manderà letteralmente in pappa il cervello. Tutte e cinque le classi proposte sono state infatti curate nei minimi dettagli e, considerando le tantissime abilità e skill che le contraddistinguono, rappresentano tutte una validissima scelta per affrontare gli abomini messi a punto dai ragazzi di Blizzard.

Così come anticipato in fase di pre-release, lo sviluppo delle classi è infatti totalmente nelle nostre mani, con una quantità di abilità sbloccabili che supera le più rosee aspettative e che, per nostra fortuna, lascia spazio a numerosissime possibilità di sperimentazione. Il solo Mago dispone ad esempio di 40 abilità, suddivise ovviamente tra attive e passive, ed il fatto che ognuna di esse possa essere amplificata o modificata da speciali rune, rende la progressione ancor più varia e stimolante.

Le possibili varianti di sviluppo sono infatti più di quante possiate desiderare e questo, complice la presenza di cinque classi completamente diverse l’una dall’altra, rende l’esperienza ricca di stimoli, tanto per i fan di vecchia data, quanto per eventuali neofiti del brand.

Al di là di un sistema di progressione davvero straordinario, pienamente all’altezza delle più esigenti aspettative, Diablo III propone tutto ciò che era lecito attendersi: un comparto tecnico di pregevolissima fattura, con suggestive ambientazioni, curate nei minimi dettagli, e nemici tanto vari quanto affascinanti; una campag : https://www.youtube.com/watch?v=vq9ngOyLU6Y

Le meccaniche di gestione del personaggio sono infatti estremamente solide prive di difetti e, come da tradizione, garantiscono un controllo pressoché totale su ogni minima azione del proprio personaggio – anche e soprattutto nei frangenti in cui vi dovesse capitare di essere circondati da ondate di avversari.

26. February 2017 by mmogiochi
Categories: No category | Comments Off on recensioni DIABLO 3

Overlord 2 – Elfi hippie e cuccioli di foca

Questo post è la versione speculare del post su Red Faction. In altre parole: ieri ho provato il demo di Overlord 2. Riassumendo in due righe: in Overlord 2 si impersona un supercattivo fantasy alla Sauron e si comandano i propri scagnozzi per ampliare il proprio impero del male. Il gioco, nella pratica, è a metà fra azione e strategia. In pratica Pikmin coi goblin.


Nonstante sia tutt’altro che privo di finezze,
Overlord 2 è chiaramente un progetto che non ha alle spalle un budget enorme. È uno di quei giochi in cui si vedono le cuciture. Controlli un po’ legnosi, cut-scenes non perfettamente realizzate, grafica altalenante…

Ma il punto è che Overlord 2 ha carisma da vendere. Giusto per fare un esempio: la prima cosa che si fa nel demo è prendere confidenza col sistema di combattimento e coi comandi di attacco dei propri goblin prendendo a mazzate dei cuccioli di foca. Poco più avanti vengono introdotti i primi nemici umanoidi: degli elfi hippie o, come li ha definiti uno di Rebel FM, trustafarians. Non si può che ghignare mentre i propri goblin prendono a mazzate degli elfi capelloni che ciarlano di amore universale.

Non che sia un cattivista a tutti i costi, ma non è male vedere un gioco che caca sulla seriosità ridicola della gran maggioranza dei titoli odierni, tutti protagonisti rapati e ambienti gritty-dark-dirty. Sarà anche rigido e non troppo raffinato, ma Overlord 2 sembra proprio uno di quei giochi che si fanno perdonare i propri difetti di meccaniche con un’ambientazione geniale e protagonisti carismatici.

31. January 2017 by mmogiochi
Categories: No category | Comments Off on Overlord 2 – Elfi hippie e cuccioli di foca

L’espressionismo da sala giochi

La commistione tra arte moderna e videogioco è cosa ormai piuttosto nota, ed ha saputo produrre nel tempo opere degne di considerazione così come immonde schifezze. Appartiene senza dubbio alla prima categoria l’interessante trittico (destinato ad estendersi) di dipinti denominati “Arcade expressionism” dell’autore americano Brock Davies.

Nell’immagine a destra, l’avrete certamente capito, potete ammirare la sua personale rivisitazione di Donkey Kong. Sulla pagina flickr del nerdoso artista sono poi disponibili le restanti due opere, dedicate rispettivamente ai seminali DigDug e Missile Command.

Bravò Mr. Davies, a quando qualcosina ispirato da Hyrule o City17 ?

01. January 2017 by mmogiochi
Categories: No category | Comments Off on L’espressionismo da sala giochi

fifa 17 calcio : INTER – PARMA 1 – 1

Ritorno di Sacchi nella panchina del Parma con un pareggio a S. Siro, ritorno di Vieri al gol dopo 2 mesi di digiuno.

L’emozione di Sacchi al rientro nel mondo del calcio visto da una panchina, è stata grande, come grande è stata la paura dell’Inter di vedersi ancora una volta battuta da questo Parma, che quest’anno non gli perdona nulla (crediti fifa 17 en calciovenetto )
Che dire, è stata una bella partita dalle sfumature un pò amare visto il trattamento che S. Siro ha riservato a Vieri (accusato di non giocare per la squadra e di sognare altri lidi lontani da Milano).
In effetti bisogna dire che la forma fisica di Bobo Vieri non è eccellente anzi … lascia parecchio a desiderare, come la sua mira, che l’ha sempre contraddistinto e che invece ora lo porta ad essere certamente uno dei più inconcludenti in zona gol.
A parte il gol … che forse per lui è stato una liberazione, il centravanti neroazzurro ha sbagliato parecchio, prima sparando da posizione vantaggiosa sul corpo di Buffon, poi anticipando bene il n°1 parmense ha scaraventato alto un pallone impossibile da sbagliare.
Azioni numerose da una parte e dall’altra che hanno contribuito a rendere abbastanza piacevole una partita che forse all’inizio pareva destinata ad un noiosissimo 0 – 0.
E mentre Christian Vieri festeggia un anno d’amore con la fidanzata Elisabetta Canalis, Sacchi festeggia il suo amore per il calcio e per questo Parma (sperando sia un lungo sodalizio) che lui stesso in conferenza stampa ha reputato “
Brillante e compatta anche nello spogliatoio” grande è stata anche la sua umiltà quando ha dichiarato: “Non credo che il cambiamento di marcia visto in questa partita sia merito mio, in 1 settimana non si può incidere così tanto, non posso io come nessuno, credo che il Parma abbia reagito da solo e si sia rialzato in fretta dopo l’ultimo periodaccio.

Al ’32 del 1°t quando Di Vaio ha portato in vantaggio il Parma, lo stadio ha manifestato subito una certa insofferenza per la compagine interista che comunque ha tirato fuori gli artigli e seppur a testa bassa ha creato le sue buone palle-gol fut 17.
Ma tra Vieri, Farinos e chi più ne a più ne metta, non ne azzeccavano una, finalmente quando (’25 del 2°t) Sukur serve un’ottima palla al centro dell’area è lo stesso Vieri che incoccia nel gol dopo 2 mesi di digiuno.
Da segnalare l’ottima prestazione tra gli interisti dell’intramontabile Blanc, l’impegno di Seedorf, mentre tra gli emiliani la caparbietà di Lamouchi e la sempre brillante prestazione di Di Vaio.
Dall’altra parte invece si nota un certo calo fisico e tattico di Cordoba che a parte la velocità ieri non ha fatto vedere un granché, la strana mira (decisamente scarsa) di Farinos che non azzecca ne tiri ne passaggi, non conclude molto nemmeno Amoroso che Sacchi ha sostituito con Mboma al ’22 del 2°t.

L’Inter viaggia ancora in bassa classifica, il Parma scende e sale come la Borsa di Tokyo, e mentre Moratti si spreme le meningi per capire quale innesto può arricchire e salvare la Beneamata, Tanzi si gode il rientro di Sacchi, il risveglio del Parma e … i passi falsi di Atalanta, Bologna, Milan e Udinese proprio le squadre che gli stanno davanti e che deve superare per poter ambire a qualcosa di più emozionante … di una salvezza anticipata … salvezza che l’Inter si deve ancora … meritare en fifa 17 calcio.

26. November 2016 by mmogiochi
Categories: fifa | Comments Off on fifa 17 calcio : INTER – PARMA 1 – 1

E3 2017 – Sony fifa 17

FIFA 17, lo sparatutto online a 256 giocatori, ancora deve mostrare perché dovrebbe essere interessante giocare in squadre da 128 giocatori. Visto che si tratta degli sviluppatori di SOCOM, almeno una cauta fiducia gliela si deve dare.
God of War 3, che provoca spasmi incontrollati di eccitazione a tutti tranne che a me, continua a sembrarmi uno dei quei giochi divertentissimi ma con zero appeal. Lo giocherò, ma niente capelli strappati. Per la cronaca: abbastanza disturbante il livello di violenza, a occhio fra i più estremi visti in un videogioco. Un paio di scene mostrate durante la conferenza erano davvero pesanti.

E, infine, i due miei personalissimi megaton dell’E3:

The Last Guardian (ex Trico). O mio dio. Un trailer strappacuore, un’atmosfera che si mangia in due minuti il 99% del resto dei videogiochi, un gattouccellodragogrifone bruttino e tenerissimo. Ancora meglio: una data di uscita vicina (si parla di dicembre). Non ricordo l’ultima volta che ho avuto una tale scimmia per un gioco. A occhio, TLG sembra essere un misto di ICO e Shadow of the Colossus. Il ragazzino sembra potersi arrampicare sul gattouccellodragogrifone come avveniva in SotC, e qualche breve immagine di salti e arrampicate ricorda i puzzle ambientali di ICO. Casualmente, due dei miei giochi preferiti in assoluto.

Final Fantasy XIV Online. Ammetto che la sorpresa positiva di questo titolo, per me, è più personale che oggettiva. Il precedente gioco di ruolo online Square Enix, Final Fantasy XI, è stato il mio primo e unico MMORPG. Ancora oggi, credo che FF11 sia stato sottovalutato: nonostante la spigolosità, è uno dei giochi di ruolo online che più costringe alla socializzazione. E suppongo che il punto di un MMORPG dovrebbe essere quello. Ad ogni modo, il seguito sembra ancora più interessante, con la direzione artistica dello stesso designer di Final Fantasy Tactics e la promessa di un lancio non troppo lontano (entro un anno).

Ci sarebbe anche da parlare del “sonymote”, ovvero il sistema di rilevamento di Sony. Molto simile a Wii Motion Plus, sembra però più versatile ed esatto. Interessante, ma a dire la verità questi metodi di controllo alternativi cominciano a infastidirmi più che interessarmi.
In conclusione: se oggettivamente la conferenza Sony è stato più o meno allo stesso livello di quella Microsoft, dal punto di vista personale Sony ha una visione del videogioco molto più innovativa e ampia di MS.

 

20. September 2016 by mmogiochi
Categories: fifa | Comments Off on E3 2017 – Sony fifa 17

← Older posts