Darksiders 2 -fine

Gli armamenti a disposizione di Morte, tra cui l’ormai nota pistola di suo fratello, sono numerosi e vari e la possibilità di impugnare due armi contemporaneamente, alternandone l’utilizzo anche durante la stessa combo, assicura innumerevoli variabili di gioco. La possibilità di potenziare le stesse, inoltre, è senz’altro un valida aggiunta che, personalmente, spero possa essere approfondita ulteriormente in un eventuale – e probabile – nuovo sequel.

Nonostante tutto, devo però ammettere di aver trovato questo sequel leggermente più caotico del suo predecessore, ma superata la prima mezz’ora ci si fa subito l’abitudine.

Detto questo, strutturalmente il titolo non mostra particolari innovazioni rispetto al passato. Le fasi di combattimento sono accompagnate da altrettante fasi di esplorazione e gli enigmi, spesso ambientali, sono come sempre di buona fattura, contribuendo a mantenere sempre vivo l’interesse nell’avventura.

Il sistema di progressione en darksiders, arricchito dal sopracitato sistema di personalizzazione estetica di Morte attraverso i tanti equipaggiamenti disponibili, è anch’esso di grande spessore e, nonostante un albero di abilità non proprio vastissimo, chiunque sarà in grado di “far crescere” il protagonista nella maniera ritenuta più adeguata.

Tecnicamente, infine, il gioco si attesa su dei buoni livelli con un comparto grafico stilisticamente e qualitativamente in linea con quello del primo Darksiders e quasi nessun rallentamento, neanche durante le fasi di gioco più concitate. Il doppiaggio, completamente in Italiano, è anch’esso di qualità e contribuisce indubbiamente ad accrescere l’intensità dell’atmosfera proposta.

Conclusioni

In definitiva Darksiders II si dimostra dunque un gioco di grande spessore, in grado di capitalizzare sui punti di forza del suo predecessore per proporre un’esperienza di gioco in linea con le aspettative del pubblico. Personalmente mi sarei aspettato qualcosa in più almeno sul versante narrativo, ma trattandosi di un genere che non si basa prevalentemente sulla profondità della trama, i miglioramenti del gameplay e del sistema di progressione, mi hanno comunque regalato più di una soddisfazione.

Previous Entries Football Manager é FIFA ultimate Team Next Entries recensione : Resident Evil 6

Leave a Reply