recensioni DIABLO 3

Diablo è uno dei quei brand che più di altri hanno caratterizzato la mia adolescenza. Ricordo ancora gli interi pomeriggi trascorsi a giocare prima a Diablo e poi a Diablo 2, e le serate passate in compagnia dei miei amici a dibattere su quali fossero le classi migliori e quale fosse il modo più efficace per svilupparle… bei tempi. Tempi che non ho mai scordato e che mi hanno portato ad attendere Diablo III con un’ansia a dir poco spasmodica.

Ieri, però, l’ansia è finalmente finita, e dopo aver trascorso quasi 15 ore nel mondo di questo attesissimo terzo capitolo, eccomi qui a raccontarvi la mia storia. Una storia fatta di demoni, abominevoli creature e coraggiosi eroi… eroi come il mio giovane mago.

Come da tradizione la scelta della classe sarà la prima cosa che vi manderà letteralmente in pappa il cervello. Tutte e cinque le classi proposte sono state infatti curate nei minimi dettagli e, considerando le tantissime abilità e skill che le contraddistinguono, rappresentano tutte una validissima scelta per affrontare gli abomini messi a punto dai ragazzi di Blizzard.

Così come anticipato in fase di pre-release, lo sviluppo delle classi è infatti totalmente nelle nostre mani, con una quantità di abilità sbloccabili che supera le più rosee aspettative e che, per nostra fortuna, lascia spazio a numerosissime possibilità di sperimentazione. Il solo Mago dispone ad esempio di 40 abilità, suddivise ovviamente tra attive e passive, ed il fatto che ognuna di esse possa essere amplificata o modificata da speciali rune, rende la progressione ancor più varia e stimolante.

Le possibili varianti di sviluppo sono infatti più di quante possiate desiderare e questo, complice la presenza di cinque classi completamente diverse l’una dall’altra, rende l’esperienza ricca di stimoli, tanto per i fan di vecchia data, quanto per eventuali neofiti del brand.

Al di là di un sistema di progressione davvero straordinario, pienamente all’altezza delle più esigenti aspettative, Diablo III propone tutto ciò che era lecito attendersi: un comparto tecnico di pregevolissima fattura, con suggestive ambientazioni, curate nei minimi dettagli, e nemici tanto vari quanto affascinanti; una campag : https://www.youtube.com/watch?v=vq9ngOyLU6Y

Le meccaniche di gestione del personaggio sono infatti estremamente solide prive di difetti e, come da tradizione, garantiscono un controllo pressoché totale su ogni minima azione del proprio personaggio – anche e soprattutto nei frangenti in cui vi dovesse capitare di essere circondati da ondate di avversari.

Previous Entries Overlord 2 - Elfi hippie e cuccioli di foca Next Entries recensioni DIABLO 3 - fine

Leave a Reply

*